Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Concerto LA FINE DEI TEMPI

4 Settembre @ 21:00 UTC+1

Concerto LA FINE DEI TEMPI

 Alle ore 21:00 

CAPPELLA DI SANTA MARIA 

——————————————–

Programma: 

Olivier Messiaen: Quatuor pour la fin du temps

I. Liturgie de cristal (Liturgia di cristallo)
II. Vocalise, pour l’Ange qui annonce la fin du temps (Vocalizzo per l’Angelo che annuncia la fine del tempo)
III. Abîme des Oiseaux (Abisso degli uccelli)
IV. Intermède (Intermezzo)
V. Louange à l’Éternité de Jésus (Lode all’Eternità di Gesù)
VI. Danse de la fureur, pour les sept trompettes (Danza furiosa per le sette trombe)
VII. Fouillis d’arcs-en-ciel, pour l’Ange qui annonce la fin du temps (Vortice d’arcobaleni per l’Angelo che annuncia la fine del tempo)
VIII. Louange à l’Immortalité de Jésus (Lode all’Immortalità di Gesù)

Interpreti: 

Emilio Checchini, clarinetto
Clara Franziska Schoetensack, violino
Stefano Aiolli, violoncello
Marlene Fuochi, pianoforte

——————————————– 

Introduzione al concerto

«E vidi un angelo, forte, scendere dal cielo, avvolto in una nube, con un arcobaleno sul capo. Il suo volto era come il sole, le sue gambe come colonne di fuoco. Pose il piede destro sul mare, il sinistro sulla terra, e, stando sul mare e sulla terra, alzò la mano al Cielo e giurò nel nome di Colui che vive nei secoli dei secoli dicendo: “Non vi sarà più altro Tempo; ma il giorno in cui il settimo angelo suonerà la tromba, il mistero di Dio sarà compiuto”» Con queste parole, tratte con alcune modifiche dall’Apocalisse di San Giovanni, Olivier Messiaen (1992-1908) – compositore profondamente legato a una concezione sacra e mistica del fare musica e tra i più influenti del XX secolo – apre la partitura del Quatuor pour la fin du temps. Siamo di fronte alla convergenza di due miracoli. Il primo, la straordinaria fatalità dell’insieme di circostanze in cui l’opera è stata creata ed eseguita per la prima volta il 15 Gennaio del 1941. Il compositore, nel 1940, viene catturato dai tedeschi e portato nel campo di concentramento Stalag VIII-A di Görlitz, dove incontra il clarinettista Henri Akoka, il violinista Jean le Boulaire e il violoncellista Étienne Pasquier; un ufficiale del campo appassionato di musica, Carl-Abert Brüll, gli procura carta, penna e una stanza per poter lavorare; infine, è possibile acquistare un violoncello da un liutaio di Görlitz, grazie a una colletta tra i prigionieri, e avere un pianoforte, per quanto vecchio e malmesso. Il secondo miracolo è, naturalmente, la musica. Il riferimento all’Apocalisse non va inteso come una traduzione sonora dei momenti di terrore immediatamente precedenti il Giudizio Universale, ma esprime semmai il desiderio di proiettarsi oltre la tragedia.

——————————————– 

Prenota il tuo posto

Per informazioni: info@lafilharmonie.com

Dettagli

Data:
4 Settembre
Ora:
21:00 UTC+1
Categorie Evento:
, ,

Luogo

Certosa di Firenze
via della Certosa 1
Firenze, 50124
+ Google Maps
Telefono:
055 204 9226